TEMPORARY / SHOW

THE PEACE OF MIND

Cos’è l’uomo di fronte all’immensità del creato, alla potenza ed alla vastità della natura?

ERMINIO VANZAN

 

 

Erminio Vanzan, 47 anni, vive a Valenza, una piccola città vicino ad Alessandria. Fin da giovane ha lavorato nel settore orafo, ambito che continua ad essere ancora oggi la sua occupazione principale, mentre nel tempo libero coltiva la passione per la fotografia, di Paesaggio ed Architettura principalmente, ma soprattutto per un genere che ha scoperto essere l’essenza della sua potenzialità espressiva: la Street Photography, dalla sua accezione più classica a quella più grafica e concettuale. “La mia ricerca espressiva è volta verso un connubio visuo-spaziale di intensa relazione tra la presenza umana e i diversi habitat che ne esprimono l’appartenenza, location architettoniche e non solo, che strutturano percorsi espressivi dove l’inconscio collettivo rievoca stati d’animo e sensazioni di profonda intimità esistenziale, prediligendo in maniera quasi esclusiva il B&W, come forma calligrafica più aderente alla mia sensibilità.”
Erminio Vanzan partecipa attivamente a diversi gruppi di interesse a confronto fotografico nazionali ed internazionali, che gli hanno permesso in più contest di distinguersi e vincere in termini di gradimento per stile ed originalità.
• Novembre 2013 Mostra nella Biblioteca di Alessandria dal titolo “ Cittadella una fortezza da difendere “ successivamente esposizione permanente all’interno del museo della struttura stessa.
• Settembre 2014 Rassegna d’arte contemporanea “ Settimana dell’arte”Bosco Marengo (Al)
• Marzo 2015 pubblicazione portfolio nella rivista “il fotografo” , La mia Street di luci ed ombre .
• 2015 Aprile Rassegna d’arte e fotografia contemporanea a Milano “ Why for Art 2015. Titolo della mostra : Identità , affettività nell’era dei social Media .
• Luglio 2015 Pubblicazione Portfolio “Nuovi Spazi Urbani” sulla rivista fotografica Click Magazine
• Ottobre 2015 , workshop di ritratto pubblicato in Digital Camera
• Maggio 2016 , Portfolio” Identità Contemporanee” pubblicato sulla rivista Photosophia
• Giugno 2016 Esposizione presso Agorà di Vignale Monferrato
• Luglio 2016 Esposizione trittico “il passato, il presente , il futuro” Rassegna d’arte contemporanea Internazionale al Castello di Rovasenda (Vc)
• Agosto 2016 Attestato di merito all’Esposizione Rassegna d’arte Contemporanea “ Visionari al Castello “ al Castello Sveva a Rocca Imperiale (Cs)
• Settembre 2016 21° concorso di arte Contemporanea, Satura Art Gallery di Genova
• Settembre 2016 Rassegna d’arte internazionale contemporanea a Gattinara (Vc) . Premiato come migliore fotografia in Bianco e nero .
• Ottobre 2016 , esposizione alla collettiva di Go to Gallery a Torino. Dialogo sulla fotografia.

“THE PEACE OF MIND”

( cos’è l’uomo al cospetto della natura? )

L’uomo ama perdersi, disperdersi di fronte al paesaggio. Struggersi e distruggersi. Quale occhio rende testimonianza, giustizia, alla solitudine che nasce e cresce? L’infinito si guarda a distanza, ci vede da lontano.

L’uomo è parte della Natura. L’esistenza stessa degli esseri umani sulla terra dipende dalla Natura. Le nostre vite sono inestricabilmente dipendenti dalla Natura. Ma, viceversa, anche i pensieri e le azioni degli uomini hanno un effetto sulla Natura. L’amore delle persone per la Natura ha un effetto gentile e rasserenante ed è la miglior protezione verso la Natura.

Cos’e l’uomo di fronte all’immensità del creato , alla potenza ed alla vastità della natura? La fotografia paesaggistica ha il potere di rappresentare la bellezza della natura e di collocare la figura umana in una prospettiva decisamente ridimensionata rispetto al ruolo che tutti noi pensiamo di ricoprire .

Questa é la mia ricerca , il mio progetto appena iniziato che continuerà ad evolversi nel tempo , raccontato con immagini di stile concettuale in bianco e nero come nella mia intima interiore visione .

THE PEACE OF MIND

ERMINIO VANZAN

Cos’e l’uomo di fronte all’immensità del creato , alla potenza ed alla vastità della natura?

ARIA DI MARE

FABIO PREDA

Uno sguardo sugli ampi spazi in cui ombre, luci e cromatismi si fondono….

DENTRO I NEGOZI

Roberto Pestarino

Ho scoperto un mondo che la gente neanche intravede….

LAST PORTRAIT

Carlo Mari

Nel mio ultimo viaggio uno di questi villaggi si è già dissolto nel nulla…

Da Zero a Quindici

Marianna Marinina

Mi piace l’idea di fermare nel tempo un momento irripetibile…

Se una foto è buona....

Edda Leoncini Baini

Amo il bianco e nero , quello da cui scaturiscono i colori…

Attimi a Milano

Marco Perini

Cammino solitario con la macchina fotografica in mano…

Donne in campo

Claudia Romano

Le donne in campo nutrono il pianeta anche con le proprie idee e opinioni…

Donne in moto

Sharon Sala

La vera donna in moto ma non quella delle copertine patinate…

 

Una performance fotografica

Andrea Benedetta Bonaschi e Francesca Mirabile

Un’occasione per approfondire il rapporto tra fotografia e pittura

Sognavo la libertà dell'acqua

Raffaella Schlegel

Ma il mare sviluppa un richiamo irresistibile per me: sognavo la libertà dell’acqua.

In Tram

Franco Papetti

Sali su un tram, non hai niente da fare, guardi gente che non conosci e non ti nota nemmeno ma, anche se per pochissimo tempo, con ciascuno di loro passi una frazione della tua vita.

DeCostruRive

Chiara Licata

…essere degli architetti pur non edificando uno spazio fisico se non quello dell’immagine: è essere “architetti dell’immagine”